© 2014 by Arctic Sail Expeditions - Italia

23/10/2019

Strane cose...

17/6/2012

Nanni

Strane cose succedono a Reykjavik!
Siamo ormeggiati a un pontone galleggiante nel vecchio porto della città e ogni tanto appaiono improvvisamente dei signori che vengono a bussare alle fiancate per attirare la nostra attenzione.
Giovani, anziani, Italiani, ma anche Danesi, Islandesi, Britannici.
Hanno tutti saputo in qualche modo del nostro viaggio e avendo appreso per caso che siamo qui vogliono incontrarci e sentire dalle nostre labbra del viaggio e ancor più di noi stessi.
Dapprima abbiamo pensato che fosse un caso, ma adesso cominciamo a credere che ci debba essere effettivamente qualcosa in quello che facciamo che attrae l'attenzione, qualcosa che deve essere speciale non solo per noi.
Bisogna ammettere che speravamo di condividere la nostra esperienza con gli altri che non avrebbero potuto navigare con noi.
Cominciamo ora a credere di essere sulla pista giusta.
E per finire la cosa più significativa! L'altra sera il Console Generale italiano è arrivato per invitarci con grande cortesia alla celebrazione ufficiale della nostra festa nazionale per conto del nostro Ambasciatore che lo aveva espressamente incaricato della cosa.
Un grande onore e piacere per noi, specialmente perché abbiamo scoperto che l'Ambasciatore è un ottimo velista.
Avremo stasera l'ulteriore onore di ricevere la visita sulla nostra barca dell'Ambasciatore stesso e della sua affascinante Consorte.

Strange things happen in Reykjavik!
We are moored to a floating pontoon in the old harbour and now and then all of a sudden men appear at our side knocking to attract our attention.
Elderly men, young men, they all seem to know us, but we never met them.
Italians, but also Danish, Icelandic, Britons.
They all have heard of our voyage and by chance learned that we are here and want to meet us and to know more, especially of ourselves.
At first we think at a curious coincidence, now we start considering that there must be something in what we are doing, something special not only for us, attracting the attention.
We have to admit that we hoped to share our adventure with others even if they would not have been able to sail with us.
We start to believe that we are on the right track.
Last but by all means not least the Italian General Consul came with great kindness to invite us to the official celebration of our national day that our Ambassador was to host the next evening, being especially instructed by the Ambassador himself.
A great honour and pleasure, more so because the Ambassador is a very good sailor.
We will be further honoured tonight by himself and his charming wife coming to visit our boat.

Please reload

Post in evidenza

Russi...

September 26, 2019

1/7
Please reload

Recent Posts

October 7, 2019