© 2014 by Arctic Sail Expeditions - Italia

23/10/2019

Naufraghi?

22/7/2012

22 Luglio 2012, h 16.57 - Salvatore il gommonauta

FATTO
La scena è di quelle che non lasciano dubbi: gommone alla deriva, due persone in tuta di sopravvivenza, pagaie in mano nel tentativo rassegnato, come di chi sa di non avere più chance, di raggiungere una meta. Intorno solo ghiaccio. Naufraghi.
Poi la scena si allarga: una barca si allontana a vele spiegate. Alla radio, sul canale 72, una chiamata di soccorso. La barca rallenta, sventa le vele, recupera lo yankee, inverte la rotta, ammaina la randa, procede a motore verso i naufraghi. I naufraghi continuano a pagaiare, indolenti, verso la barca.
Si incontrano.
Non c'è agitazione, non c'è sollievo, né a bordo, né sul gommone.
Così, una cosa normale, un appuntamento qualunque.
Il GPS conferma: 74 gradi e 47 primi di latitudine Nord. Il radar conferma: iceberg si muovono veloci portati dalla corrente. Qualcosa non torna.

ANTEFATTO
Mi raccomando, ora mettiamo il gommone in acqua e montate a bordo.
Va bene, Nanni.
Avete le tute di sopravvivenza ma se non cascate in mare è meglio.
Sì, Nanni.
Vi allontanate e ci indicate via radio le manovre da fare con la vela.
D'accordo, Nanni.
Mi raccomando, fate belle foto.
Certo, Nanni.
È così che comincia il servizio fotografico. Io alla guida e Stefano a trafficare con gli obiettivi. Giriamo tra gli iceberg per cogliere le migliori inquadrature mentre Best Explorer lì sfiora a vele spiegate. Dopo oltre un'ora siamo soddisfatti: abbiamo previsto tutto e tutto è andato come previsto.
Anzi, no.
Sput, sput, sput ... è finita la benzina.
Salvatore (il gommonauta)

Please reload

Post in evidenza

Russi...

September 26, 2019

1/7
Please reload

Recent Posts

October 7, 2019