© 2014 by Arctic Sail Expeditions - Italia

23/10/2019

Lasciare l'Indonesia - Leaving Indonesia

24/4/2018

Non sempre il pessimismo viene confermato.

A bordo ci sono attitudini diverse verso la vita: il comandante, forte dell’esperienza maturata in tanti anni di navigazione e con tanti paesi e culture diverse visitate, pur aspettandosi razionalmente il peggio, tanto per preparare i piani B, C, D e possibilmente E, è fondamentalmente e praticamente ottimista e anche un po’ fatalista. I membri dell’equipaggio si spalmano tra l’ottimista a oltranza e l’inguaribile e inossidabile pessimista esistenziale, per cui tutto è negativo.

Ciò influenza immancabilmente l’atmosfera, malgrado gli sforzi per non ascoltare.

Qui a Bitung il pessimismo è stato sconfitto a metà: le pratiche per l’uscita dal Paese sono state espletate facilmente e rapidamente, a conferma di quanto scoperto a Ternate. In compenso nulla di quanto stavamo cercando, dalle batterie ai pezzi mancanti per l’idraulica, è stato reperito. Io in sordina immagino che almeno in parte abbiamo subito gli effetti della mancanza di tempo, che ci ha impedito di cercare più estesamente, ma non esprimo i miei pensieri ad alta voce, fedele alla massima che quello che hai dato da fare agli altri è tua responsabilità, comunque.

Altri che hanno lavorato sodo e bene per risolvere un problemino idraulico che, come spesso accade, ha richiesto molto più lavoro del previsto.

Il rubinetto non perde più e ormai siamo in viaggio per le Filippine.

Stanotte, per la prima volta in tantissimi anni di navigazione, alle quattro di mattina ho visto la “luce zodiacale”. Può passare inosservata all’osservatore casuale. Si vede un chiarore diffuso che parte dall’orizzonte, verso oriente od occidente, ad alcune ore dal calare o sorgere del sole. Si alza in forma quasi triangolare tanto che fa pensare alla presenza di una città lontana, ma in pieno oceano questo non è ovviamente possibile. E’ dovuta alla polvere interstellare presente sul piano delle orbite planetarie che diffonde la luce del sole.

Ad altri non farà effetto, ma a me la scoperta di un fenomeno raro dà sempre una certa emozione.

Stamattina abbiamo fatto un po’ di slalom tra i temporali, tanto per non aumentare l’umidità che ancora ci perseguita in questo clima equatoriale dove l’acqua di mare raggiunge e supera i trenta gradi.

Guardiamo con avidità ai dati climatici delle Filippine che ci promettono, e speriamo mantengano, percentuali di umidità intorno al 50. Un po’ di vento contrario e un po’ di mare di prua ci costringono ancora all’uso del motore.

Studiamo le previsioni per portarci più a est dello stretto necessario in modo da incontrare la prossima rotazione dei venti un po’ più al traverso ed evitare la bolina, che in oceano è assai fastidiosa.

 

 

 

 

 

 

 

G

M

T

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Text-to-speech function is limited to 200 characters

 

 

[removed]

 

Options : History : Feedback : DonateClose
Please reload

Post in evidenza

Russi...

September 26, 2019

1/7
Please reload

Recent Posts

October 7, 2019

October 5, 2019

September 26, 2019